Scarica Elettrostatica Auto

Scarica Elettrostatica Auto  elettrostatica auto

appena tocco la carrozzeria della macchina, ricevo una forte scarica elettrica dalla scocca dell'auto si fa in modo che le cariche elettrostatiche accumulate. L'auto, come ogni altro corpo in movimento, si carica per lo strofinio con l'aria assumendo (ovvero una carica elettrica) diverso dal potenziale di riferimento (​la terra). L'automobile non scarica a terra questo potenziale perché è collegata al. Elettrica statica, con funzione aiuta a prevenire l'elettricità statica in auto con la terra su strada. mi servono consigli come eliminare la fastidiosa scarica elettrostatica. quando scendo dalla macchina e sempre un problema,appena tocco la. Il potenziale di un campo elettrostatico dipende molto dalle condizioni ambientali​, soprattutto temperature ed umidità, quindi è più probabile.

Nome: elettrostatica auto
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 35.73 MB

Abbonati Molti di noi sperimentano, nella pratica ma non solo, problematiche relative alle interferenze oppure anomale risposte dei circuiti nel tempo.

Vediamo allora come nasce la scarica elettrostatica, di che cosa si tratta e cerchiamo di comprenderla al meglio per poterla evitare. Il concetto di "scarica" implica, naturalmente, che ci sia stato un periodo all'interno del quale qualcosa si sia caricato. L'origine del fenomeno di carica è ovviamente il campo elettrico e la differenza di potenziale che sussiste ai capi di una determinata porzione di circuito.

In pratica il campo elettrico che si crea fra due corpi determina una forte differenza di potenziale tra una porzione ed un'altra di uno stesso circuito, qualunque sia la sua dimensione. La scarica si manifesterà quando questi due corpi si avvicinano tra loro ad una distanza tale che il potenziale superi la rigidità dielettrica del mezzo. Un esempio piuttosto comune è proprio l'aria che, per esempio, non permette che ci siano fenomeni di scariche tra i tralicci dell'alta tensione e terra.

Alcune persone trovano 10 mJ a disagio a causa della contrazione muscolare, mentre altri possono accettare diverse centinaia di mJ prima che subiscano una forte contrazione muscolare. Di conseguenza, le scariche a fiocco o le scariche distruttive derivanti da piccoli oggetti metallici isolati imbuti,lattine, attrezzi non provocano scosse elettriche che siano direttamente lesive.

Comunque le scariche distruttive derivanti da oggetti grandi ed alcune scariche propagantesi a fiocco possono essere pericolose in quanto le energie derivanti da entrambe le scariche possono superare 1 J. Le energie di scarica deboli, pari a pochi mJ, possono essere un pericolo indiretto per la salute a causa di movimenti involontari, provocardo lesioni dovute al contatto con macchinari in movimento o a cadute.

In alcune situazioni simili scosse possono essere impedite collegando le persone alla terra per es.

Sorgenti di scosse elettriche Molti processi di lavorazione industriale e non industriale possono produrre scosse elettriche.

Esempi di processi di lavorazione prolifici di cariche sono: - cinghie o pellicole che passano rapidamente su dei rulli; - il trasporto pneumatico di materiali; - il pompaggio di liquidi a bassa conducibilità attraverso filtri o altre riduzioni; - la spruzzatura utilizzando equipaggiamenti a spruzzo elettrostatico;- la fuga di vapore umido; - estintori che emettono gocce o particelle cariche.

Altre precauzioni comprendono: - la riduzione del tasso di generazione delle cariche. Gli eliminatori statici sono utili per rimuovere la carica su pellicole e dischi in movimento; - la protezione delle persone contro i contatti con le parti cariche.

Come detto, queste tensioni sono portatrici di energie molto ridotte e, in presenza di condizioni conduttive dell' atmosfera o del corpo umidità si formano e si scaricano continuamente senza che noi ce ne accorgiamo.

In cosa consiste, allora, il rischio? I nostri sensi non ci permettono di rilevare la presenza di elettricità statica.

Cenni sulle scariche elettrostatiche

E la maggior parte delle cariche statiche che collaboriamo a formare si dissipa naturalmente senza che neppure ce ne accorgiamo. L' unico caso in cui ne prendiamo "visione" è quando l' energia accumulata è sufficiente a produrre qualche effetto visibile-udibile: l' attrazione di peli e capelli, le scintille e gli scoppiettii, se non la "scossetta"!

Ed allora é troppo tardi per i delicati circuiti elettronici che hanno capacita di isolamento di qualche decina di volt contro le decine di migliaia producibili semplicemente strofinando due pezzi di fibra sintetica.

Immagine al microscopio elettronico di una giunzione perforata da una forte carica statica.

Si nota il foro prodotto dalla vaporizzazione del silicio e le gocce di materiale generate. Rohm Semiconductors Immagine al microscopio elettronico del gate di un transistor MOS, in un circuito integrato Freescale, danneggiato da una scarica.

L' intensità della corrente ha fuso il polysilicon che ha creato delle formazioni simili a radici, migrando tra il gate a sinistra e il source. Finchè siamo seduti nell' auto, anche noi facciamo parte della carica e non abbiamo alcuna sensazione.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Ma nel momento in cui poggiamo un piede a terra e tocchiamo la carrozzeria, dove si è concentrata la maggior parte della carica, facciamo un ponte conduttivo a terra e la carica si "scarica" attraverso di noi. Le immagini qui sopra danno l' idea di cosa avvenga all' intervo dei chip, costituiti da strati di spessore atomico di materiali conduttori, nel momento in cui, carichi di elettricità statica, ne tocchiamo uno dei pin mentre altri pin sono in qualche modo connessi a terra.

E questo "qualche modo" comprende anche il fatto prendere in mano il chip che era appoggiato sul tavolo di lavoro.

All' interno del semiconduttore le alte tensioni, sia pure con bassissime potenze, danno origine alla rottura degli strati isolanti e quindi alla distruzione di tutto o parte del chip.

Poichè manca la conoscenza del fenomeno, i guasti dovuti alle cariche elettrostatiche sono catalogati come casuali o DOA Dead On Arrive , dato che all' esterno dei componenti non si nota alcuna variazione e solo con una analisi microscopica del chip è possibili rilevare il danno, che non è dipeso dal costruttore, ma dalla nostra imperizia.